I comportamenti di consumo riflettono l’incertezza da Covid-19

Con la pandemia di Covid-19 sono profondamente cambiati i comportamenti e il sentiment dei consumatori. L’impatto è diverso da Paese a Paese ma il senso di incertezza è una variabile comune ai consumatori di tutto il mondo.

I principali cambiamenti che si sono registrati sono:

  • Passaggio all’acquisto di beni essenziali. Come si può vedere dal report di Reply, i consumatori hanno spostato la loro attenzione dai prodotti effimeri a quelli essenziali. Le categorie merceologiche dell’abbigliamento, degli accessori, dei viaggi e dei prodotti di bellezza lasciano il posto a quelle di medicinali, prodotti per la pulizia e per la prevenzione dell’epidemia. Inoltre, i consumatori sono sempre più alla ricerca di offerte e promozioni.

Link al report: https://www.reply.com/it/covid-19-report

  • Valore, convenienza e disponibilità sono i nuovi driver di acquisto. I consumatori decidono dove e cosa acquistare in base a criteri quali la qualità e il purpose di un brand, il suo valore e la convenienza. Si registra anche una sempre maggiore attenzione dei consumatori riguardo le scelte etiche e la sostenibilità. Nel 2020, molti brand hanno infatti modificato la loro comunicazione per affrontare temi come la sostenibilità, l’aiuto alle comunità, e l’assistenza.
  • Attività fuori e dentro casa. In diversi paesi, tra cui la Cina, molte persone stanno riprendendo le attività che prima svolgevano fuori dalle mura domestiche. In altri paesi invece, in cui l’incertezza dovuta alla pandemia è maggiore, le persone si limitano ad uscire di casa solo per attività essenziali come fare la spesa. Le percentuali variano di paese in paese e di attività in attività, anche in base alla rigidità delle restrizioni. In questo contesto è ben visibile l’importanza sempre maggiore attribuita alle tecnologie digitali.
  • Passaggio al digitale. Questa conseguenza della pandemia è ben visibile in tutto il mondo. Lo dimostrano il repentino passaggio allo smartworking, la crescita dell’utilizzo degli e-commerce, la didattica a distanza e una lunga serie di altri servizi che sono passati dall’offline all’online. L’online, permettendo di ridurre al minimo il contatto fisico, si configura quindi come una valida e più sicura alternativa dell’offline.
  • Meno vacanze. Rispetto all’anno scorso, i consumatori prevedono di fare meno vacanze. Unica eccezione a questa tendenza è la Cina, i cui abitanti prevedono di viaggiare di più rispetto all’anno passato.
  • Più attenzione verso uno stile di vita sano. Con la pandemia, la maggior parte dei consumatori ha rivisto le sue priorità dando maggior peso al proprio benessere e alla propria salute. Trend come l’allenamento sportivo in casa sono cresciuti a dismisura e si pensa possano continuare a rimanere validi anche dopo la pandemia.

E tu, ti ritrovi in questi cambiamenti?

Per scoprire tutti i maggiori impatti del Coronavirus, apri il link e sfoglia i report di Reply: https://www.reply.com/it/notizie/covid-19-series

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi