Sei l’imprenditore?

L’obiettivo dell’imprenditore è far crescere l’azienda

Il mio obiettivo è far crescere l’imprenditore

 

Non è una frase fatta; è ciò che veramente mi guida.  Sono stata imprenditrice anch’io.

Forse questo mi distingue dalla maggior parte dei consulenti e docenti.

Ho fondato la mia azienda e l’ho gestita per 15 anni; oltre a vendere e a occuparmi di marketing, prezzi e controllo di gestione, ho anche comprato, steso contratti, assunto persone.

Spiego, ma perchè prima ho “fatto”

Alcuni successi, e anche errori, mi servono oggi nel lavoro a fianco delle imprese.

Ad esempio, mi sento efficace nel dare supporto nelle vendite perchè ho venduto anche io, e soprattutto perchè ho comprato. Sono stata da tutte e due le parti del tavolo, in centinaia di trattative commerciali.  Per questo invito a diffidare di tutti coloro che si propongono come docenti o consulenti di vendita, ma non hanno mai venduto.

La vendita è un’attività complessa che si può comprendere e insegnare solo se la si è vissuta. Se no, rimane teoria.

 

L’azienda come il corpo umano

Essere stata imprenditrice mi consente un approccio multidisciplinare, proprio perchè ho fatto un po’ di tutto ciò che serve in azienda (sì, anche le spedizioni).

Dunque vedo tutti gli argomenti con un occhio “globale”, olistico: ufficio commerciale, amministrativo, produzione, sono come braccia, mani, gambe….parti dello stesso corpo, uniti e complementari, ognuno con il suo compito ma tutti insieme fanno funzionare l’organismo.

Puoi curare meglio il “paziente-azienda” se hai anche una visione dell’insieme, oltre che del particolare.

 

 

 

In Alinea, come supportiamo gli imprenditori?

Nel supporto agli imprenditori molto spesso mi avvalgo dei colleghi.

Sono stata imprenditrice, ma non sono una tuttologa; per questo i colleghi mi affiancano sulle competenze che mi mancano.

Ecco alcuni progetti svolti di recente; insieme con l’imprenditore abbiamo:

 

  • rivisto la comunicazione online, a partire dai testi del sito. Per fare questo, abbiamo dovuto identificare il vantaggio competitivo e profilare i clienti, dopo il confronto con la concorrenza
  • controllato le distinte base e verificato i criteri per il calcolo dei costi industriali; da questo è nato un nuovo concetto di listino prezzi ed abbiamo rivisto la composizone dell’assortimento
  • composto le squadre di vendita o rivisto l’abbinamento venditore – capo area
  • supportato il passaggio generazionale con un coaching individuale al giovane imprenditore, in continuità con le strategie e gli obiettivi
  • preparato le persone, i materiali e la comunicazione in vista di un’importante fiera di settore internazionale: da imprenditrice, ne ho fatte veramente tante
  • aiutato nella scelta di un nuovo distributore all’estero
  • condotto una ricerca di mercato prima di definire la migliore strategia commerciale per quel paese
  • ripensato le schede tecniche e i manuali prodotto, per comunicarne meglio caratteristiche, vantaggi e benefici attraverso la cosiddetta “tabellina CVB”

 

Un esempio pratico? Ecco un modello di tabellina CVB, un semplice e potente strumento per comunicare il valore, molto efficace soprattutto per supportare la vendita di prodotti ad alta complessità tecnologica.

scarica la TABELLA CVB POMPA DOPPIA VITE PER FLUIDI

Leggi l‘opinione di una mia cliente

 

Per ricevere altri esempi di tabelline CVB e un elenco di altri progetti, scrivimi una mail